• ERITREA
    libera da
    codici a sbarre

  • ERITREA
    libera da
    codici a sbarre

ASPER

Associazione per la Tutela dei Diritti Umani del Popolo Eritreo

-

Milano – Zona 4

La situazione attuale dei profughi nelle grandi città

CON I RIFUGIATI DI VIALE FORLANINI, PER I LORO DIRITTI

Nella caserma abbandonata e fatiscente di viale Forlanini, dai primi dell’inverno, si sono rifugiati in condizioni precarie e insalubri uomini e donne che provengono dalle guerre del Corno d’Africa, dopo aver sperimentato sofferenze e angherie nei loro Paesi e lungo il tragitto per arrivare alla “civile” Italia.
Tutti sono protetti formalmente dallo Stato italiano; a tutti, infatti, è stato riconosciuto il diritto di avere un permesso d’asilo, umanitario o politico, ma l’esercizio sostanziale di diritti previsti non ha cittadinanza in Italia.
Sono costretti a vivere in una caserma senza luce, gas, acqua e senza il passaggio dell’AMSA, senza programmi d’accoglienza sociale e lavorativa, senza alcun accesso ai servizi sanitari e sociali.
Milano non riesce ad accogliere e ascoltare il loro desiderio di essere cittadini e cittadine che vogliono ricostruirsi un’esistenza dignitosa.
Quella stessa vita che qualche giorno fa Mehari si è tolto, in preda alla disperazione.
Qual è la “sicurezza” garantita a questi uomini e queste donne, in una Milano ostile o, nella migliore delle ipotesi, indifferente?

Il Comune di Milano, che pure ha a disposizione fondi per il riconoscimento e la soddisfazione di questi diritti, continua a trascurarli. Riteniamo che sia giunto il momento che Comune, Provincia, Regione e Governo responsabilmente trovino soluzioni immediate per la situazione di via Forlanini, ricordandosi che l’estate sta arrivando……

Noi, associazioni e reti milanesi, vogliamo costruire con loro occasioni di incontro, di conoscenza e iniziative di lotta per i loro diritti.

Questi i primi appuntamenti:

– domenica 25 marzo, all’Arci Corvetto (via Oglio, 21), alle ore 17.00 ci sarà un incontro aperto con i rifugiati, che racconteranno la loro storia e la loro realtà; a seguire (verso le 20.00) cena popolare – si invita a portare cibi, astenendosi da ingredienti con carne suina;

– domenica 1 aprile nel pomeriggio, alla caserma di viale Forlanini, dopo un incontro coi rifugiati, pulizia sommaria dell’area, estesa a tutta la cittadinanza.

PULIAMO I DIRITTI, COSTRUIAMO CONVIVENZA!

COMITATO D’APPOGGIO AI RIFUGIATI DI VIALE FORLANINI

Posted in LegacyPosts |

Partner e Sostenitori

    Horizontal Slideshow